Posizionamento organico sui motori di ricerca

Prima di tutto cosa significa SEO e perché è così importante? Dare una definizione univoca ed universalmente valida è pressoché impossibile poiché non si tratta di una scienza esatta, è più paragonabile ad un complesso insieme di tecniche. Di volta in volta è necessario scegliere quelle che più si prestano al nostro scopo.

Si tratta di una disciplina complessa che richiede creatività, conoscenza e tempo per ottenere risultati. Adottare la giusta strategia SEO resta comunque l’unico modo per scalare la SERP in maniera organica, senza fare investimenti in denaro, e far ottenere al proprio sito web un buon posizionamento.

1. Analisi SEO

Prima di poter definire una strategia SEO efficace, è necessario avere una chiara panoramica della situazione di partenza. E’ utile analizzare il mercato di riferimento ed i principali competitor per comprendere e valutare di conseguenza il proprio sito web.

In Sinerbit sviluppiamo un documento di SEO Assessment per ogni nostro cliente in cui segnaliamo eventuali criticità tecniche del sito web e definiamo gli interventi migliorativi da effettuare. L’analisi SEO preliminare deve essere molto accurata poiché solo grazie alle informazioni raccolte in questa fase sarà possibile implementare una strategia volta ad aumentare il traffico organico diretto sul sito web.

2. Definizione delle keyword

La definizione delle keyword associate al brand, ai servizi offerti ed al core business aziendale è parte fondamentale di una strategia SEO di successo. Per identificare le parole chiave che sono più rilevanti per il proprio sito web si possono utilizzare tool gratuiti, come Google Keyword Planner, o a pagamento. Questi strumenti risultano molto utili nel suggerire le chiavi di ricerca più utilizzate dagli utenti quando cercano online prodotti, servizi, argomenti relativi al nostro sito web.

Una volta realizzata una lista di parole chiave è necessario identificare quelle che hanno un volume di ricerca considerevole e sulle quali risulta quindi più conveniente incentrare una strategia. In genere si scelgono keyword con concorrenza medio-bassa sia a corrispondenza generica che estesa, ovvero keyword a coda lunga, vere e proprie frasi anche molto lunghe e di conseguenza molto specifiche e che possono attirare sul sito web un target definito.

3. Attività on-site

Una strategia SEO di successo dovrebbe prevedere l’ottimizzazione del sito web nel suo complesso ma anche nella sua individualità, senza tralasciare l’ottimizzazione di ogni singola pagina. Curare la SEO relativa ad ogni pagina del sito web è fondamentale per fornire ai motori di ricerca tutte le informazioni necessarie a comprenderne i contenuti. In questo modo Google, Bing, Yahoo, possono mostrare le pagine del nostro sito tra i risultati di ricerca proposti agli utenti.

In questa fase si lavora per ottimizzare URL, immagini, metatag, architettura delle informazioni stabilendo un’associazione tra le keyword individuate e le varie pagine del sito web. L’obiettivo è eliminare tutti quegli ostacoli che potrebbero intralciare il lavoro di lettura e valutazione degli spider dei motori di ricerca.

4. Attività di link building

L’attività di Link Building consiste nell’incrementare il numero di link in ingresso verso il sito web. Ovvero la quantità dei link che da altre pagine del web rimandano al nostro sito. Si tratta di una tecnica SEO volta ad aumentare l’autorevolezza e la popolarità del sito web. Esistono vari modi di condividere i propri link con altre pagine web, siano queste blog di settore o social network.

In ogni caso è importante che le pagine web sulle quali è presente un link al nostro sito siano esse stesse autorevoli ed ottimizzate per i motori di ricerca. Per dare vita a link di qualità, infatti, ogni fonte deve essere rilevante, deve fornire informazioni significative ed utili per gli utenti. Se al contrario la fonte fornisce informazioni fuorvianti e sbagliate, che nulla hanno a che fare con l’argomento trattato nel nostro sito web, il link verrà penalizzato dai motori di ricerca.

5. Monitoraggio dei risultati

Una SEO strategy di successo non può essere tale se non prevede un costante monitoraggio dei risultati. Dopo aver messo in atto le azioni descritte nei punti precedenti è doveroso analizzare le performance del sito web ed essere pronti a correggere il tiro quando necessario.

È fondamentale valutare la relazione tra le attività di ottimizzazione effettuate ed i risultati ottenuti in termini di volumi di accesso, comportamento degli utenti sul sito, tasso di conversione, risultati organici per le keyword individuate.

Vuoi condividere con noi le tue idee?
Siamo qui per ascoltarti